SERIE D: contro la squadra che non ti aspetti…arriva il knock out ai supplementari!

Che dire…nessuno si immaginava che sarebbe stata una partita semplice, una passeggiata…ma nemmeno ci si aspettava di incontrare, nella squadra che chiudeva la classifica  a zero punti, una compagine che in campo domenica sera ha dimostrato grande preparazione fisica, un elevato ritmo di gioco e grande precisione al tiro di 3 metri… E che forse ha trovato una serata di vena davvero non comune: tutto è riuscito, tutto ha girato al meglio.

Per noi la partita è stata a corrente alternata: bene il primo quarto (chiuso 27 a 23), malissimo il secondo, che pur con difesa costante, ha messo in evidenza numerosi, banali errori nelle conclusioni e un frequente ricorso a stupidi falli per fermare le incursioni degli ospiti. Andiamo al riposo sotto di 9 (39-48).

Nello spogliatoio coach Ravagni striglia i ragazzi e chiede loro di cominciare a giocare nel modo che conosciamo: nella ripresa, infatti, teniamo il ritmo dei veneti e riusciamo ad accorciare le distanze fino al 55 a 60 di metà periodo. La differenza in campo la fanno i tiri dalla lunga distanza: alla mezzora siamo ancora sotto di 8 (65 a 73).

Nell’ultimo quarto succede un po’ di tutto: sono 10 minuti carichi di suspense, con continui capovolgimenti di fronte, recuperi, sorpassi alterni…quando mancano 7 minuti alla sirena finale siamo ormai lì, sul 73 a 75 e nei successivi minuti agganciamo l’avversario sull’84 pari! Mancano pochi secondi, la palla è in mano nostra, ma siamo davvero ingenui e non riusciamo a sfruttare il vantaggio che ci viene dato: buttiamo alle ortiche la palla e dobbiamo andare all’over time…

Nei 5 minuti di tempo supplementare i nostri avversari mettono in campo grinta, concentrazione e grande precisione nelle conclusioni…noi, siamo decisamente nel pallone e non ci riesce nulla. Il tempo scorre e noi…stiamo a guardare gli ospiti che si portano a casa , MERITATAMENTE, i primi due punti della stagione. Il tabellone dice 86 a 99 (che punteggio!): un bravo alla compagine di Villafranca.

I prossimi impegni (due trasferte difficili a Bolzano) richiedono ben altra testa e ben altro carattere per sperare di mantenere la buona posizione in classifica: la squadra deve ritrovare compattezza, concentrazione per tutti i 40 minuti e precisione nelle conclusioni più semplici. Il saper reagire alle sconfitte, dimostra la vera forza della squadra…

FORZA VILLAZZANO!!

Prossimo impegno: sabato 9 dicembre alle 20.45 – a Bolzano – contro Europa.

Pallacanestro Villazzano – PSG Villafranca 86-99

Parziali 27-23, 12-25, 26-25, 19-11, 2-15
Arbitri Pedrotti, Moser.
TL. Villazzano 10/19 PSG Villafranca 15/25
T3. Villazzano 4 ( Zini, Bottaro, Agostini, Angelini) PSG Villafranca 11 ( Cossu 2, Felis 4, Pasquino, Bertasi 3, Barba )

Pall.Villazzano: Angelini 26, Agostini 17, Dario 10, Conradi 9, Pedrotti 7, Zini 5, Bottaro 5, Giordani 4, Huber 2, Giannini 1, Forti, Bianchi. Coach E.Ravagni Vice E.Moglie.

PSG Villafranca: Cossu 21, Felis 20, Tagliani 14, Bertasi 13, Zandonà 10, Barba 9, Pasetto 5, Pasquino 5, Sandrini 2, Campostini. Coach E.Beghini Vice P.Marzoli.

[event_list id=”7711″ title=”” team=”7617″ league=”52″ season=”50″ venue=”0″ status=”default” date=”default” day=”6″ number=”1″ order=”default” columns=”event,teams,time,article” show_all_events_link=”0″ align=”none”]

[team_standings id=”7619″ title=”Classifica” number=”15″ columns=”w,l,pct,gb,casa,trasferta,uten,striscia,ptf,pts,diff” show_team_logo=”0″ show_full_table_link=”0″ align=”none”]