SERIE D: sconfitta contro CUS TN

Partita poco piacevole e (seppur onorevole) sconfitta contro CUS Trento, venerdì sera a Sanbàpolis per la nostra prima squadra.

Ritardo di oltre mezzora rispetto all’orario stabilito (mancanza di attestazione di responsabilità sulla presenza di personale adibito all’uso del defibrillatore), palloni sgonfi per il riscaldamento e… tabellone elettronico non funzionante: gli ingredienti per una serata “NO” c’erano tutti… Ma abbiamo atteso pazientemente la soluzione di (quasi) tutti i problemi pur di giocare contro il blasonato avversario (ex di C2), completamente rinnovato nel roster e con nuovo coach alla sua guida.

Ciò detto, la partita si dimostra subito ostica, contro una compagine tecnicamente di buon livello e con un ritrovato “spirito di squadra” che potrebbe essere l’elemento determinante per fare bene nella corrente stagione. Noi siamo fiacchi, distratti e poco concentrati: difesa a maglie larghe, molti errori in penetrazione: soffriamo subito la pressione del CUS, che si porta avanti 24 a 13 al 1Q. Nel secondo periodo poco cambia: coach Ravagni si sgola per far capire gli errori al quintetto in campo. Sembra un replay delle recenti partite: prima mezzora in cui siamo in balìa degli avversari, poco reattivi e con poche idee… Ci trasciniamo al riposo sul 38 a 21.

Non sappiamo ancora cosa succeda nello spogliatoio, ma anche stasera si ripete un film già visto. Il nostro quintetto che riprende a giocare sembra una compagine diversa: attenta in difesa, capace di veloci ed efficaci contropiedi, in grado addirittura di avvicinarsi a -9 a pochi secondi dalla terza sirena. Alla mezzora siamo 49 a 39, vincendo il 3Q per 18 a 11!

Ma l’entusiasmo dura poco: non per particolari capacità degli avversari, ma per la nostra incapacità di reggere altri 10 minuti come i precedenti… Torniamo distratti, nervosi, sprechiamo palloni ed occasioni con leggerezza. Lo spettacolo non è gratificante, CUS non fatica a chiudere sopra di 14 (59 a 45 il finale).
Che dire: la fase precampionato dura ancora fino al 20 ottobre, poi inizia la vera stagione. In questo periodo va messo a punto il “motore” della squadra, che mostra grandi potenzialità, ma che stenta ad esprimere il vero livello di gioco. Possiamo ancora permettercelo: dal 22 ottobre la squadra deve dare il massimo. Non importa vincere o perdere, ma certamente conta uscire dal parquet di ogni partita a testa alta, per aver dato il massimo, per averci provato fino in fondo. Questo chiede coach Ravagni alla squadra e questo i ragazzi sapranno certamente dimostrare a tutti, società e pubblico! FORZA PALL.VILLAZZANO!!

Prossimo impegno: giovedì 11 alle 21.00 alle Pascoli contro Europa Bolzano. Aspettiamo tifosi e sostenitori.

CUS Trento – Pall.Villazzano: 59 – 45
Parziali: 24-13, 14-8, 11-18, 10-6.
Arbitri: Biondi, Copelli
TL. Villazzano 14/18, CUS 13/15.
T3. Villazzano 1 (Bianchi), CUS 6 (Rinaldi 2, Bason 2, Zago, Forner).
Usciti per 5 falli: Nessuno

Pall.Villazzano: Angelini 15, Agostini 10, Pedrotti 6, Dario 6, Bianchi 3, Bottaro 2, Huber 2, Zini 1, Forti, Giordani, Conradi. Coach E.Ravagni.

Cus Trento: Rinaldi 22, Macciocu 12, Forner 7, Bason 6, Zago 3, Bertoni 2, Rivaroli 2, D’Imprima 2, Balaara 2, Bambini 1, Orsi, Tonina. Coach A.Baftiri, Vice J.Bijedic